Architettura d'interni - AR.VEN sas - Padova

 

Le nostre porte collegano mondi

 

Sono Stefano Venturini e in questo articolo voglio parlarti della mia esperienza universitaria, poco prima di dar vita ad Ar.Ven Architettura d’Interni.

 

Per un breve periodo della mia giovinezza, infatti, ho frequentato la facoltà di Architettura a Venezia: pur non essendomi laureato, grazie a questa esperienza ho avuto la possibilità di apprendere molte nozioni. Per esempio, ho imparato il linguaggio degli architetti e dei progettisti in generale, ed è anche grazie all’università se oggi posso considerarmi il loro “manuale parlante”.

 

Il “meno” è il “più”, soprattutto nel design d’interni

Dai miei docenti, soprattutto, ho appreso una lezione assai importante, un concetto semplice quanto rivoluzionario nel design d’interni: il “meno” è il “più”. Cosa voglio affermare con questa espressione? Voglio semplicemente dire che la semplicità delle linee, ovviamente unita all’utilizzo di materiali di pregio, rappresenta il vero valore aggiunto in una porta o in qualsiasi altro infisso.

 

Per questo motivo ai miei progettisti spesso consiglio di scegliere delle porte dal design essenziale, “porte senza tempo” come amo definirle, capaci cioè di integrarsi perfettamente sia negli ambienti moderni che negli spazi tradizionali.

 

Porte 100% made in Italy e amiche dell’ambiente

In ogni caso, tutti i modelli di porte che vendiamo sono all’insegna della sostenibilità. I nostri fornitori, infatti, adottano dei processi produttivi che riducono al minimo l’impatto ecologico. Questo aspetto per noi è molto importante, poiché il rispetto dell’ambiente è uno dei fattori sui quali si gioca il nostro futuro.

 

L’attenzione per l’ambiente si sposa con il fatto che tutti i nostri fornitori risiedono sul territorio italiano e rispettano le normative in materia ambientale. Insomma, da anni ai miei collaboratori fornisco porte e infissi esclusivamente 100% made in Italy!

 

L’attenzione che abbiamo per i particolari ci spinge a prediligere porte non soltanto belle, ma che facciano provare una sensazione tattile unica, grazie alla delicatezza vellutata delle superfici e alla fisicità della materia viva.

 

Nel titolo di questo articolo ho parlato di “porte che collegano mondi”: non è un caso che abbia usato tale espressione, che per me assume un duplice significato. Da un lato considero le porte come dei trait d’union tra i diversi spazi domestici. Elementi di design che dividono gli spazi e tutelano la privacy di chi ci abita, ma allo stesso tempo conservano quel senso di unità dell’abitazione.

 

Inoltre, mi piace pensare ad Ar.Ven come a una sorta di “porta” che collega il tuo mondo, quello della progettazione, con il mondo della produzione di porte e infissi. Questo perché fin dal momento che l’ho creata, l’azienda si è messa a disposizione dei progettisti, con me in prima fila a fungere da “manuale parlante”, come ben sanno gli architetti e gli ingegneri che collaborano con Ar.Ven da molti anni.

 

Piacerebbe anche a te essere un collaboratore Ar.Ven, e affidarti alla mia esperienza pluridecennale nel campo dei serramenti? Allora non ti resta che contattarmi senza impegni!

 

A presto

 

Stefano